Storia

  • 1924 fondazione della falegnameria
  • 1958 produzione della prima caravan
  • 1973 fondazione di Bürstner GmbH
  • 1976 ampliamento della produzione attraverso l'acquisto di uno stabilimento in Francia e costituzione di Bürstner S.A. F-Wissembourg
  • 1985 produzione di 17.000 unità (maggiore produttore europeo)
  • 1995 trasferimento completo nel porto di Kehl
  • 1998 integrazione nel gruppo Hymer e produzione annuale di 7.200 caravans e1.600 autocaravans. Fatturato totale annuo di 195 milioni di marchi (DM).
  • 2002 raggiungimento del fatturato record di 200 milioni di euro
  • 2004 inaugurazione del nuovo centro sevizio clienti e trasporto
  • 2006 Mega Van viene eletto dai lettori autocaravan dell'anno
  • 2007 Il tessuto di rivestimento Novalife vince il Caravaning Design Award raggiungimento di un nuovo record di fatturato (ca. 300 Mil. €) Nuovo record nella produzione e nella vendita di autocaravans (5.700 unità) Leader di mercato nel settore autocaravans in Francia e Norvegia
  • 2008 Bürstner festeggia 50 anni 
  • 2009 Bürstner presenta al Caravan Salon di Düsseldorf la prima caravan con letto basculante – la Averso plus.
  • 2010 L’anno dei premi: La Averso plus viene nominata caravan dell’anno in Olanda mentre l‘Elegance I 821 G e l’Aero Van t 700 sono premiati con i "Which Motorcaravan Awards 2010" nel Regno Unito. Al Caravan Salon di Düsseldorf viene assegnato per la prima volta lo European Innovation Award, la giuria è costituita da 13 riviste europee specializzate. Bürstner vince il premio sia per le caravan che per i camper . 
  • 2011 Ixeo time it 585 riceve il premio "Motorhome of the Year 2011"  di “Which Motorhome Magazine” nel Regno Unito. 
  • 2012 Brevio e Grand Panorama sono premiati con lo European Innovation Award.
  • 2013 Bürstner celebra i suoi 55 anni e presenta quattro modelli bestseller in edizione „fifty-five.
  • 2014 Bürstner viene premiato con due premi in Olanda e due nel Regno Unito.

La storia di Bürstner GmbH

“Qualità, allestimento e sicurezza sono alla base della progettazione. Con questo concetto di originalità e della coscienza di sé, Bürstner è diventato come fornitore di idee uno dei maggiori produttori di questo settore”


1924
A Kehl-Neumühl, nel Baden, inizia l'attività della falegnameria di Jakob Bürstner.


1953
La falegnameria si trasforma in Jakob Bürstner KG. Ma bisogna attendere fino alla fine degli anni '50 prima che la Bürstner cominci a produrre le prime caravans. Queste case su ruote non erano una novità assoluta, poiché le prime roulotte venivano prodotte già negli anni '30. L'interesse verso le caravans di Bürstner aumenta costantemente, e per questo nel 1961 la produzione viene ampliata e l'azienda partecipa per la prima volta alla fiera "Caravan Salon", che veniva ancora svolta ad Essen.


1973
La nascita di Bürstner GmbH risale al 1973 con il cambiamento di ragione sociale di Jakob Bürstner KG il 1° gennaio 1973. Lo sviluppo positivo richiede in breve tempo nuovi spazi produttivi, che non erano disponibili nello stabilimento di Neumühl.


1976
La ricerca di ulteriori spazi produttivi si conclude nel 1976 a Wissembourg in Alsazia, dove viene acquistata una vecchia falegnameria e fabbrica di mobili. Con la stipula del contratto di acquisto viene fondata anche Bürstner S.A. Inizia a prendere forma l'orientamento come produttore europeo e non più strettamente tedesco. Il successo sul mercato consente una crescita notevole. Nel 1977 vengono prodotte 8.500 unità (fatturato: ca. 35,1 milioni di €), e questa cifra aumenta costantemente fino a raggiungere le 15.000 unità nel 1982 (fatturato: 74,3 milioni di €). A causa dei problemi di ubicazione dello stabilimento di Neumühl, dove manca la superficie produttiva di cui si ha bisogno con urgenza, comincia una nuova ricerca. È così che viene scoperto uno stabilimento nel porto di Kehl dove fino a quel momento si producevano porte.


1986
Nel 1986 questo edificio viene acquistato con tutti i macchinari, e una parte della produzione viene spostata. Nel 1989, con circa 1.500 collaboratori nei due stabilimenti, vengono prodotte 20.000 unità. Il fatturato supera i 156 milioni di euro.

La drastica riduzione della domanda sul mercato agli inizi degli anni '90 ha conseguenze anche per Bürstner. Solo l'intervento di un investitore e il contemporaneo ritiro della famiglia Bürstner nel 1993 salvano l'azienda dal fallimento. Già l'anno successivo è chiaro il potenziale che si nasconde nell'azienda e nei suoi collaboratori: con 520 collaboratori vengono nuovamente prodotte 8.500 unità, e si raggiunge un fatturato di 76,7 milioni di € (ca. 150 milioni di marchi - DM).


1996
Nel 1996 tutti i settori produttivi vengono concentrati nello stabilimento di Kehl. La striscia di terra fra il Reno e la darsena si rivela una scelta intelligente per lo sviluppo dello stabilimento. In questa collocazione si è più che mai costretti ad adattare il ciclo produttivo al flusso ideale di materie prime.


1998
1.2 1998 - Con l'acquisizione da parte di Hymer AG inizia un nuovo capitolo. Lo sviluppo ha una vera e propria impennata, e già due anni più tardi Bürstner raggiunge, con una produzione di 11.000 unità, un fatturato di 148.2 milioni di euro (290 milioni di marchi - DM). Il numero dei collaboratori sale a 710. La produzione del modello mansardato A747-2 rappresenta una tappa fondamentale. Bürstner adesso si muove nella classe superiore della costruzione di autocaravans.


2002
Gli investimenti degli ultimi anni in entrambi gli stabilimenti gettano le basi per poter continuare a produrre per diversi mercati in condizioni di competitività. La gamma di modelli è pensata per le diverse esigenze dei clienti. Con la nuova versione della linea di autocaravans integrali "I-Elegance" e l'introduzione di una nuova categoria di autocaravan con il semi-integrale "T-Avantgarde", Bürstner sottolinea la sua competenza nel segmento della classe superiore. Dal modesto inizio, l'azienda si è sviluppata fino ad oggi come uno dei produttori leader nel settore del caravaning. Attualmente Bürstner conta su una forza lavorativa di 900 persone nei suoi due stabilimenti. Alla fine della stagione 2002 / 2003 il fatturato raggiunge circa 215 milioni di €.


2004
Nella vecchia unità produttiva di Kehl-Neumühl, i due direttori Klaus Peter Bolz e Heinz-Werner Breuer inaugurano il nuovo centro servizi clienti in presenza del presidente del consiglio direttivo di Hymer AG Hans-Jürgen Burkert. Su un'area di circa 15.000 mq i clienti possono essere assistiti in condizioni completamente nuove.


2006
Tutti gli anni la rivista specializzata "promobil", una delle più importanti riviste di autocaravan in Europa, chiede ai suoi lettori di eleggere il camper dell'anno. Con il Mega-Van, un camper semi-integrale che introduce nuovi criteri in quanto a funzionalità degli interni, Bürstner conquista subito il primo posto. Un riconoscimento che serve da stimolo per nuovi progetti.